Ha casa a Rialto il sito dei viaggiatori low cost

VENEZIA – «Il primo sito ce l’hanno fatto due turisti inglesi in cambio di una birra». Andrea Mehanna guarda sua moglie e socia, Silvia Baggio e se la ride. «Erano due paginette web. Hotelveniceonline. Mandavamo un’e-mail con tre offerte di alberghi buoni ed economici. La cosa è piaciuta. E qualcuno ci ha chiesto: e a Roma? Così abbiamo creato Hotelromeonline. Oggi ne abbiamo 40 di questi siti specifici. E con il portale, in questo momento siamo in grado di segnalare 29 mila strutture in 3800 città di 172 paesi diversi».
Il portale è Hostelsclub, un sistema di prenotazioni on-line rivolto ai viaggiatori che cercano piccoli alberghi e B&B in giro per il mondo. Cervello e cuore stanno nel centro storico veneziano, a due passi da Rialto.
Tra le più importanti aziende di questo tipo a livello internazionale, è leader per il suo modello di business. All’azienda va infatti il 10% per ogni transazione, immediatamente. E tutto è digitale. Quelli di Hostelsclub sono stati tra i primi ad eliminare la fatturazione cartacea. E a scommettere fin da subito sui sistemi di sicurezza per i pagamenti on-line.
Venezia, insomma, può vantare un’impresa ad altissima specializzazione, «e così leggera che persino tutti i server sono fuori città – sottolineano i due soci – non abbiamo voluto creare nessuno impatto».
Andrea Mehanna, quarantenne, ha un nonno libanese e una famiglia che ha lasciato un albergo di 15 stanze, «ad una stella, di quelli che nessuno vuole», ride lui, ora gestito da suo fratello. «Adesso sono io che rifiuto le grandi catene di hotel, mi snaturerebbero il servizio che offro». Quando nel 1999 iniziò quasi per gioco con quelle due pagine web, il primo anno fatturò 1.260 euro. Ora si aggira sui 10 milioni, più o meno. «Il fatturato non è il dato più importante – sottolinea lui – Meglio osservare la crescita delle prenotazioni: oggi ne contiamo fino a 3-4000 al giorno, circa un milione l’anno. Questo è l’indice per capire la salute dell’azienda e le prospettive». Tante, evidentemente.
Mehanna non stacca gli occhi dallo schermo del suo portatile. Può verificare il flusso di persone che prenotano e acquistano servizi. Un russo che va in vacanza in Croazia. Un’australiana che prenota un hostal in Sudamerica. O un inglese che vuole scegliere tra le 200 strutture alberghiere veneziane iscritte nel database. E così via. I transiti di una fetta di mercato dal profilo giovane, indipendente e veloce, scorrono sul suo schermo.
Il successo di quest’azienda veneziana sembra confermare il boom dell’economia on-line.  Secondo un recente report della Boston Consulting Group, in Italia la internet economy vale 31,5 miliardi di euro, pari a un 2% del Pil. Si prevede che raddoppierà nel 2015, con indici di crescita del 18% annuo.
L’intera filiera di lavoro di una società come questa è immateriale. Anche la pubblicità, attraverso il sistema di link sponsorizzati che accompagna le pagine di ricerca di Google. Poi c’è il risvolto reale, a cominciare dai 38 dipendenti, giovani e internazionali, che affollano gli uffici della Hostelclub. Sono 162 in totale i collaboratori. Il front office, ad esempio, assiste i clienti, gestisce un portale in 27 lingue e verifica le richieste degli albergatori che vogliono stare nel database. «Ad oggi – ci spiega Silvia Baggio – sono  in 1200 ‘waiting to join’, in attesa di essere accettati».
Il filtro lo fanno soprattutto gli stessi viaggiatori, con i loro commenti e le loro segnalazioni nelle bacheche del Club del portale, ma anche tra i social networks: solo in Facebook sono quasi 60 mila. «Un negozio globale», come lo chiama Andrea Mehanna. E la crisi? «Il fatto è che la torta si può contrarre, ma il tuo spicchio si può allargare».

Corriere del Veneto

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...