Archive for novembre, 2012

La casa del Tintoretto in vendita

novembre 29, 2012

VENEZIA – Ogni tanto in Fondamenta dei Mori gruppetti di turisti si affollano di fronte ad un portone. Non c’è targa, né insegna. Non è un museo, né un hotel. Eppure quella palazzina, nel cuore di una Cannaregio ancora popolare, è segnata nelle guide. C’è chi mette la testa dentro e chi suona il campanello. Un palazzo che risale al Quattrocento, ma dalle forme gotiche. Si alza lo sguardo e una splendida trifora è sempre piena di fiori. E’ abitato, dunque.
Perché tanta curiosità? Quella è la casa di Jacopo (o Jacomo) Robusti, detto il Tintoretto. Era il 1574 quando il celebre pittore la comprò per farne la sua dimora e il suo atelier. Ci sarebbe rimasto per vent’anni, fino alla morte, salvo qualche tempo passato a Mantova, alla corte dei Gonzaga. Là, nel piano nobile di fronte a quella trifora, uscirono dalle sue mani e dal suo immaginario i capolavori destinati alla sua città. Ora quella casa è in vendita. Leggi il seguito di questo post »

L’arte trova casa all’officina delle Zattere

novembre 28, 2012

VENEZIA – Proprio di fronte allo Squero di San Trovaso, lungo Fondamenta Nani, c’è un piccolo sotoportego che immette in un cortile. L’edificio bianco, con grandi finestroni industriali, svela un anfratto insolito di Venezia. Benvenuti all’Officina delle Zattere. Qui un tempo lavoravano i ragazzi orfani dell’Istituto Don Orione, che tutti infatti conoscono come Artigianelli. I tavoli con i torni  stavano nelle sale che fra pochi giorni ospiteranno un’installazione dedicata a John Cage e alla sua musica visionaria. Perché questo è l’ultimo tassello, in ordine di tempo, del cosiddetto Chilometro dell’arte, che dai Giardini della Biennale corre lungo il Canale della Giudecca e, via Monsieur Pinault, arriva alle Gallerie dell’Accademia. Leggi il seguito di questo post »

La favela verticale di Caracas che sembra un’opera d’arte

novembre 25, 2012

La camioneta, uno dei tanti micro-bus rumorosi e affollati all’inverosimile, sfreccia in Avenida Andrés Bello, in un fiume caotico di auto e motorette. Gli occhi di tutti si alzano sulla Torre David. Eccolo il León de Oro strappato a Venezia, Biennale architettura. «Ma come è stato possibile?», sussurra la signora Maria Rafaela, seduta al lato.
Dalla camioneta si può osservare bene questa città, dove un costruttore diventato milionario nel boom degli ’80 aveva sognato di costruire una City dei Caraibi. David Brillembourg arrivò ad innalzare 45 piani su 190 metri di altezza ed in cima l’eliporto. La terza torre più alta del Venezuela. Oggi è il barrio verticale più grande al mondo. Leggi il seguito di questo post »

Musei, cinema, arte: una domanda a Nordest

novembre 25, 2012

VENEZIA – La domanda di cultura è in costante aumento. Musei, cinema, eventi d’arte, teatri: la gente li frequenta e li richiede. Nonostante la crisi, le cinghie tirate e le forbici dello Stato. E a Nordest più che nel resto del Paese. E’ questo il dato, apparentemente sorprendente, che Federculture ha presentato al Salone europeo della cultura che chiude oggi, dopo una tre-giorni di lavori, al Terminal di San Basilio a Venezia. Leggi il seguito di questo post »

Chiude il common ground

novembre 25, 2012

VENEZIA – Un raggiante Paolo Baratta ha tirato le fila della tredicesima edizione della Biennale Architettura che si chiude oggi a Venezia, nei Giardini e all’Arsenale. Il presidente ha snocciolato una serie di dati: 178 mila visitatori, un incremento del 4,7% rispetto al 2010. 2.253 al giorno. Il 48% giovani e studenti, di cui il 27% arrivati in gruppo. E, infine, un’attenzione straordinaria da parte dei media, con oltre 3000 giornalisti accreditati. Leggi il seguito di questo post »

Nuova galleria per giovani emergenti

novembre 20, 2012

VENEZIA – Ni Dieu, ni Maitre, né Dio né Maestro. E’ con questo titolo che la Galleria Massimodeluca di Mestre ha aperto i suoi spazi un mese e mezzo fa, presentandosi come la vera novità del panorama culturale veneziano. Una seconda collettiva, con altri otto artisti emergenti, si inaugura giovedì 22 novembre (ore 18.30).
La Galleria scommette sulle potenzialità della terraferma e su un affascinante angolo urbano di Mestre. Siamo in via Torino, al lato del Laguna Palace e al civico 105/Q, alla fine di un caseggiato residenziale di primo Novecento. Leggi il seguito di questo post »

Design & autoproduzione

novembre 20, 2012

VENEZIA – Raptus&Rose è una collezione di abbigliamento che recupera tessuti vintage e preziosi da tutto il mondo. Ferrarin invece ha sviluppato, nel campo dell’arredo, una serie di sedute in legno. ll marchio di oggetti e accessori Zero° è un’idea di Giulia Laura Bombardieri e Milena Severgnini. E ancora: Elisa Frassoldoni recupera materiali cartacei per la produzione di gioielli eco-compatibili. Questi sono solo alcuni esempi tra gli 80 selezionati per Open Design, la kermesse di auto-produzioni che debutta per la prima volta dentro il Salone Europeo della Cultura a Venezia, sotto la regia di Elena Santi e Laura Succini, assieme a Alan D’Incà.
Leggi il seguito di questo post »