Una futura Silicon Valley veneta

febbraio 12, 2013

Il Veneto Orientale ha le carte in regola per diventare la Silincon Valley del Nordest. La punta di diamante dell’economia digitale. Il motivo? In qualunque momento, da Jesolo a Eraclea, da San Donà a Portogruaro, aziende e amministrazioni potrebbero far girare una quantità di dati tale e ad una velocità che hanno pochi esempi in Italia.
Si chiama banda ultra larga, corre in fibra ottica ed è quindici volte più potente di qualunque Adsl. Il fatto è che ad illuminarsi di una fibra simile è stata qualche giorno fa proprio una ditta di Noventa di Piave. Riconosciuta come “centro stella”, potrebbe a sua volta illuminare centinaia di altre aziende.A centrare l’obiettivo è la MM One Group. Fondata nel 2001, si definisce una “web agency”. Tratta cioè flussi di dati. Fa quello che chiama “business-intelligence”. In altre parole raccoglie, elabora e vende informazioni: siti, portali, ricerche di mercato, strategie di impresa, web-marketing, e-commerce, per settori diversi, dalla manifattura al turismo.
La casa madre di Noventa di Piave e le due succursali a Miami e a Shanghai hanno bisogno di una struttura potente. Allora la MM One Group ha pensato di allacciarsi direttamente alla fibra ottica che corre lungo la dorsale autostradale A4, la Trieste-Milano. Ne ha parlato con Autovie e Telecom e «dopo tre anni di odissea burocratica e un anno e mezzo di lavori, siamo riusciti ad allacciarci con una portante», racconta il general manager, Mauro Cunial. Un iter lungo e complesso per un investimento tutto privato: si dovevano valutare le garanzie fornite dalla ditta, la sua capacità di far fronte ai lavori e pure l’affidabilità nell’accesso ad una tale autostrada informatica e di gestirne i dati. «Dunque la credibilità di un’azienda che vanta un caveau di sicurezza di 400 metri quadrati sotto i  piedi», sottolinea Cunial.
Andato tutto a buon fine, da pochi giorni l’azienda è riuscita ad illuminare la fibra ottica. A questo punto, è in grado di affittare agli operatori (da Telecom a Vodafone o Wind o altri) l’infrastruttura e chiunque potrebbe collegarsi. «Una vera rivoluzione per un territorio considerato depresso dal punto di vista industriale», avverte il manager della MM One. Perché? «Perché le imprese vedrebbero un abbattimento verticale dei costi e un aumento di produttività e di funzioni. Si può usufruire di software di nuova generazione e gestire dati, informazioni e collegamenti come non si è mai visto». D’altra parte, si ampliano a dismisura le possibilità di video-conferenze, tele-lavoro, telefonia, solo per fare alcuni esempi. Vantaggi che potrebbero condividere anche le amministrazioni locali, «si pensi alla gestione dei parcheggi e dei servizi, la video-sorveglianza, il sistema di wi-fi pubblico, le biblioteche digitali».
Non solo. E’ verosimile immaginare che si generino anche nuove aziende, soprattutto quelle che lavorano attorno ad internet: agenzie di comunicazione, produzione video, audio, giochi on-line: «qui potrebbe sorgere un vero e proprio distretto digitale – continua Cunial – Il profilo insomma è quello di una nuova rivoluzione industriale».
Quello che si prospetta a Noventa di Piave è una punta di diamante in un paese dove la comune Adsl copre solo il 49% del territorio. L’Italia segna il passo in Europa sul fronte delle infrastrutture informatiche: siamo al ventiquattresimo posto, secondo Eurostat, prima di Slovacchia, Bulgaria, Grecia e Romania. Uno degli obiettivi dell’Agenda digitale europea è di trasmettere dati a 30 megabytes al secondo. Oggi con la Adsl si arriva a 7. Con la banda ultra larga si supera di 15 volte questa velocità. «Secondo l’Agenda digitale – dice Cunial – solo realizzare la rete può far aumentare il Pil del 2%. Una volta installata, le opportunità di crescita volano. Noi siamo pronti».

Corriere del Veneto

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: