culture

I doni dello Shah

E’ il 1603. L’ambasciatore Fehti Bey arriva a Venezia. Porta i doni dello Shah di Persia Abbas il Grande al doge Marino Grimani. I dignitari aprono tappeti intessuti di seta, fili d’oro e d’argento. Il dragomanno, Giacomo de Nores, un patrizio cipriota, traduce la conversazione tra l’ambasciatore avvolto nel suo manto prezioso e il doge già anziano. Continua a leggere

Annunci
Standard
culture

La Biennale suona in elicottero

Un’esecuzione in elicottero a 1500 metri di quota. Centinaia di altoparlanti da cui esce Monteverdi come fosse in 3D. Una playlist creata dal collettivo nu/thing in cui sbucano i corti animati di Usavich. La Biennale di Musica è pronta a stupire e a far riflettere.
Dal 4 al 13 ottobre si alterneranno a Venezia 40 concerti, di cui 30 in anteprima mondiale, firmati da 81 compositori. Altra voce, altro spazio, questo il titolo, si inaugura con gli Arditti che interpretano Stockhausen in quattro elicotteri sui cieli del Lido. Continua a leggere

Standard
culture, società

Mestre, la generazione melting pot a ritmo rap

«Nato in Italia con un triste destino/resto sempre un clandestino. Vado in moschea/prego un altro dio/ma essere italiano è un diritto anche mio». Arriva da Mestre un appello sotto forma di rap. Chiede una legge sullo jus soli, per dare cioè la cittadinanza a chi nasce in Italia, come vorrebbe il ministro Cécile Kyenge. Sono nato in Italia si intitola infatti. E a cantarlo è un gruppo di ventenni. Il video, girato al Parco della Bissuola, sta galoppando in rete, con l’ambizione di approdare a qualche festival. «Vogliamo arrivare a più gente possibile», dicono. Continua a leggere

Standard
culture, società

Tony Tasinato, tributo dalla città che non lo amava

Per la sua città è rimasto un alieno Tony Tasinato. Ieri, a sei mesi dalla scomparsa di quello che è considerato uno dei più grandi editori musicali a livello internazionale, via Palazzo si è riempita di mestrini. Almeno 500, seduti e in piedi, in silenzio ed emozionati. Il Memorial è stato il tentativo da parte della città di riconciliarsi con lui. Continua a leggere

Standard
culture, società

La factory nella campagna veneta

Una sorta di factory musicale nel cuore della campagna veneta. E’ questo il progetto che sta nascendo a Ballò, piccola località del veneziano, per iniziativa di Simone Chivilò. Un assaggio della si potrà avere domani, alle 18, in Piazzetta Pellicani a Mestre.
Chitarrista ed arrangiatore, Chivilò è un mestrino di 40 anni, gli ultimi passati tra Milano e Siviglia, collaborando fra l’altro con Altavox, società di successo di un altro veneto, Bob Benozzo, che si occupa di un pezzo di filiera nel mercato musicale ispano-americano. Continua a leggere

Standard