culture

Salgado, meraviglia e dubbi

Ci chiede di contemplare Sebastiao Salgado. Di lasciarci trasportare da una forza che c’è, solo che raramente percepiamo. Siamo così arrotolati dentro l’urbano, così frenetico e depressivo, patetico e rutilante, chiassoso e adulterato, che non riusciamo più a cogliere e a ospitare le visioni del mondo.
La sua genesi, appunto, batte là dove tutto duole. Otto anni da girovago, dalle steppe alla Patagonia, dentro le foreste e tra i deserti. Ovunque con l’irrequietezza di un rabdomante di bellezza. E con la fretta di chi è cosciente che tutto è fragilissimo, quotidianamente esposto alla catastrofe. Continua a leggere

Annunci
Standard
culture, società

«Il libro più cupo di Judith Butler»

«Un libro denso, claustrofobico e volutamente fastidioso: è un libro-chiave di Judith Butler». Federico Zappino ci accompagna dentro il più cupo forse dei lavori della filosofa americana. De La vita psichica del potere (Mimesis, pp.254, euro 20), lui ha curato la traduzione e ci ha aggiunto due splendidi contributi, compresa una conversazione ricca di spunti e di riferimenti con Lorenzo Bernini, autore del recente Apocalissi queer per le edizioni Ets. Continua a leggere

Standard
culture

Carpaccio&Viola chez Vuitton

Bill Viola non poteva conoscere ancora quelle due opere di Carpaccio custodite al Museo Correr di Venezia, quando ha realizzato Eternal Return nel 2000 e Emergence, due anni dopo. Che una delle due fosse di Carpaccio nemmeno si sapeva allora e solo oggi viene esposta per la prima volta al pubblico. Eppure, il gioco di sintonie, di rimandi e di coincidenze, nelle sale dell’Espace Vuitton a Venezia che da oggi li ospita, è così forte che quasi inquieta. Continua a leggere

Standard
politica, società

Maduro e la sfida di un paese scosso

Tira un’aria sconosciuta a Miraflores, il palazzo presidenziale di Caracas. Il primo colpo di scena a metà dicembre: il presidente Nicolas Maduro si riunisce con tutti i sindaci di opposizione. Cinque lunghe ore di confronto, senza peli sulla lingua, dalla criminalità al welfare. Mai visto prima. Poi, l’8 gennaio, un incontro con tutti i governatori e i sindaci per mettere a punto nel giro di un mese un piano di sicurezza nazionale. Anzi: di «pacificazione nazionale», così l’ha definita il Presidente, come se tutto il paese avesse bisogno di abbassare le grida e di togliere pistole nelle strade. Continua a leggere

Standard
culture, società

L’arte del cinematografer

«E’ stato entrando nella chiesa di San Luigi dei Francesi a Roma, che ho scoperto la luce». Di fronte a La vocazione di San Matteo del Caravaggio, Vittorio Storaro ha trattenuto il fiato e ha capito: «Caravaggio è stato il primo cineasta».
Vincitore di tre premi Oscar con Apocalypse Now, Reds e L’ultimo imperatore, è considerato tra i migliori curatori al mondo di fotografia cinematografica. Romano, classe 1940, Storaro ha presentato ieri a Venezia, in una gremita Aula magna dell’Accademia di Belle Arti, il volume L’arte della fotografia (Skira, 340 pp., 68 euro). Continua a leggere

Standard
culture, società

L’elettronica è faccenda da donne

«Annusavamo fiori di fibra ottica», direbbero le Electronic Girls citando la loro pièce teatrale sulle pioniere della musica al sintetizzatore. La crew di musiciste veneziane compie quattro anni. Considerate tra le migliori esperienze in circolazione, raccontano una scena, quella dell’elettronica al femminile, che a Nordest si presenta vivace anche se non facile per chi ci vuole entrare.
Curiose, colte, per nulla intimorite dai colleghi maschi, creative anche quando mettono in piedi un’impresa, il manipolo di musiciste nordestine vive l’elettronica come «un paesaggio abitato da tutte le sonorità del quotidiano, compresi i bip della cassa al supermercato», sorride Chironomia. Continua a leggere

Standard