culture, società

Alla frontiera dell’innovazione

Il Nordest piccolo, agile e creativo? «Nel mercato globale c’è grande attenzione per le piccole aziende. E spesso sono proprio loro che spingono le corporate a reinventarsi». Parola di Vince Voron, già marketing di Coca Cola e per 16 anni a Apple.
Ieri a Venezia, nelle aule dell’ex-macello di San Giobbe, l’Università Ca’ Foscari ha dato il via alla tre giorni di Fei, il Front End of Innovation, conferenza nata a Boston nel 2003, poi approdata anche in Europa. O meglio, nel Nord Europa. Era troppa la diffidenza con cui le “corporates” guardavano al capitalismo pulviscolare nostrano.
Sono stati Nicola Belli di Safilo e Carlo Bagnoli docente di innovazione strategica a Ca’ Foscari a convincere l’International Institute for Research di New York a sbarcare in laguna. Sfilano manager, creativi, capi marketing, accademici e pr di grandi companies, da Siemens a McLaren, Procter Gamble e Whirpool. Tutti a parlare di innovazione. E non c’è alcun senso di superiorità di fronte ad una platea dove compaiono anche impresari veneti, appunto piccoli e medi.
«Il fatto è che le stesse domande valgono per tutti – riflette Ruggero Frezza, dell’M31, l’incubatore di imprese con sede a Padova e nella Silicon Valley – Ad una piccola azienda che produce anche solo viti chiedo la stessa cosa: qual era il tuo sogno da ragazzo? Lo hai raggiunto?». Uno davvero sogna di fare viti? «Uno sogna magari di essere ricco o di cambiare il mondo. Se tu inventi la vite o il tassello giusti puoi cambiare la vita a tutti».
Agnese Lunardelli ha un’azienda di serramenti a Fossalta di Piave. Avviata dal padre nel ’67, «che non aveva una lira e l’ha fatta diventare una bella impresa – racconta – Ma ha potuto farlo in quel contesto che ora non c’è più. E’ una storia finita».
Ma cosa si aspetta un imprenditore veneto da un meeting come questo? «Non esiste qui un’occasione simile per confrontarsi su idee, opportunità, tendenze – spiega Filippo Gasparini, dell’omonima SpA di Mirano – In questo senso il Nordest è anche un luogo asfittico. Cerco un punto di vista diverso, di discontinuità».

Corriere Innovazione

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...