Il festival degli invisibili

Cosa sarebbe la Mostra del Cinema senza l’esercito di inservienti, vigilanti, bigliettai, gardiasale? Semplice, non esisterebbe. La macchina del festival funziona ogni giorno perché ad esempio Carlotta si alza alle 3.30 del mattino nella sua casa di Mestre. Alle 6 deve essere nel suo spogliatoio a piano terra dell’ex-Casinò. Con lei altre 54 persone, tutte della società Iniziative Venete, si muovono per coprire i due turni, l’ultimo fino alle 23, «ma se ci sono eventi o feste anche più tardi».
Vengono quasi tutti dalla terraferma, compresa Padova o Mogliano. «Tra le 6 e le 8.30 è il momento più duro – spiega Carlotta – sparpagliati tra uffici, sale di proiezione, red carpet, porte e vetri, sala stampa, i sottoportici verso l’Excelsior e l’area Persol».
Un vero battaglione, armato di aspiratori, detergenti, spazzoni. Pantaloni e maglietta neri: «Siamo gli angeli neri», sorride. Aspettano fuori dai bagni per l’intera giornata. Ripassano pavimenti e sanitari. Alla fine di 10 giorni di cinema avranno sostituito 4000 rotoli di carta igienica, 120 litri di detergente per le mani e 36 mila salviette. Lo fanno per uno stipendio che non supera i 1000 euro.
«Ma la gente in generale è molto maleducata», fa una smorfia Daniela. «Troviamo un sacco di “coccodrilli”»: li chiama così Vasile i “resti” gettati per terra. Rumeno, ex-gendarme, una casa a Oriago di Mira. «Poi capita che una signora bionda, elegante e tacchi, esca con attaccata la carta igienica alla gonna, facendo metri col rotolo come nella pubblicità». Bizzarrie da vip.
Ma capita anche che «Al Pacino si ferma di fronte a me, mi guarda e mi dice: “Con quei occhi sei sprecata a far pulizie»: ride Ketty, «che emozione». 48 anni, un figlio di 26 e un marito in cassaintegrazione, «ho cominciato pulendo le navi da crociera».
In piedi e per tante ore ci stanno anche i vigilanti. Giovani, quasi tutti studenti, per loro la cittadella del Lido è un’occasione per far su un po’ di soldi. Claudio ad esempio studia bio-ingegneria a Padova. Mauro invece Comunicazione dai Salesiani alla Gazzera. Sono due ragazzoni di 28 e 23 anni. Con qualche decina di colleghi, divisa stile quelli delle Jene, devono controllare i 7 gate della “zona rossa”. «Dobbiamo avere mille occhi, c’è sempre chi tenta di entrare». In piedi fino alle 22.30. Otto euro netti l’ora, assunti dalla One Secure.
Poi c’è l’altro plotone di angeli custodi, quelli che sbigliettano, accompagnano, spiegano. Coop culture ne ha assoldato 210 tra maschere e bigliettai, di cui 100 new entry. Età media 20 anni, molti del Lido. Riccardo invece vive tra Venezia e Milano. Racconta divertito che durante la proiezione la gente, soprattutto i giornalisti, entrano ed escono, perché annoiati o per rispondere al telefono. Allora si deve strea tra le due tende: «Immaginate la scena, è piuttosto teatrale e un po’ ridicolo e si suda da matti», ride. Due turni, il cambio è alle 16. Tutti i giorni e due di pausa.
Francesco invece è in biglietteria. Ha 26 anni, studia agraria a Udine. «L’orario hot è tra le 17 e le 19, quando c’è maggior affluenza. E la mattina prestissimo: tutti vorrebbero i biglietti gratuiti e mugugnano sempre». Orsola nel prefabbricato rosso: «qui si soffre il caldo e il freddo», ma ha sempre un sorriso. Davide racconta che «gli over 60 sono quelli che si lamentano di più, per avere le riduzioni».
Elena, invece, è in uno dei due info-point. Ha vent’anni e vive a Chioggia, studia filosofia a Padova. Qui si viene assunti dalla Biennale, due settimane di contratto, 600 euro lordi. «Che informazioni chiedono? Persino in quale bar si proiettano le partite di calcio».
Tutti loro sono la Mostra del Cinema. E, come dice Carlotta, «siamo di fronte a voi tutti i giorni e tutto il giorno, eppure siamo invisibili».

Corriere del Veneto

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...