Una Fondazione per Giancarlo Ligabue

Sono gli anni ’70. Giancarlo Ligabue, veneziano, una prestigiosa impresa di forniture e servizi navali, una laurea in Economia e un dottorato in Paleontologia alla Sorbona di Parigi, partecipa ad una spedizione in Niger. La guida Philippe Taquet, famoso paleontologo francese. Da tre anni cercano tracce di dinosauri sepolti nel cuore sabbioso dell’Africa e ne trovano uno intero: è l’Oranosaurus nigeriensis, oggi in mostra in tutta la sua grandezza al Museo di Storia Naturale di Venezia.
Da allora sono passati quarant’anni e oltre 130 spedizioni in ogni continente. Ad accompagnarle, divulgarne i risultati, creare dibattito nella comunità scientifica è da sempre l’attivissimo «Centro Studi e Ricerche», con i suoi seminari e le sue pubblicazioni. A un anno esatto dalla scomparsa del suo fondatore, quel Centro ora diventa Fondazione Giancarlo Ligabue. Continua a leggere “Una Fondazione per Giancarlo Ligabue”

Annunci

Bardati con stoffe e corna, sepolti con gli uomini d’oro

Arrivavano in processione fino alla tomba, i quadrupedi, bardati con stoffe color porpora e con grandi corna in testa, ricoperti di paramenti di legno intagliato e foderato di lamine d’oro. Un corteo abbacinante, con l’oro che scintillava al sole, capace di stupire la folla durante il passaggio. Finivano sepolti assieme ad oggetti e persino interi banchetti di carne, ritrovati intatti nel caso di tumuli ricoperti dal ghiaccio, che li ha preservati per secoli. Stiamo parlando di reperti datati tra il V e il III secolo a.c. Continua a leggere “Bardati con stoffe e corna, sepolti con gli uomini d’oro”

A Torcello la prima “villa” veneta

Un edificio tutto in legno si alzava su due piani, ognuno con due stanze: a terra un magazzino per attività commerciali o artigianali e al primo piano le abitazioni. Sotto il pavimento, uno strato di argilla fungeva da isolante, il fuoco restava sempre acceso per la cucina e per abbassare la tremenda umidità. All’ingresso un cortile, di fronte alla vera da pozzo. Oggi non ci restano che le tracce. Ma la possiamo immaginare così, quella casa costruita su un fazzoletto di terra poco dietro il campanile della chiesa di Torcello, nel cuore della laguna nord di Venezia. Continua a leggere “A Torcello la prima “villa” veneta”