politica, società

L’emigrante salernitano che parteggia per Chavez

CARACAS – Ha brindato domenica sera, ancora una volta, alla vittoria di Hugo Chavez. «Ma mi aspettavo più di quel 54%, lui si merita di più». Pietro Altilio è un caso rarissimo di imprenditore e di italiano che in Venezuela sostiene il presidente appena rieletto. L’imprenditore italiano che ama Chavez è arrivato a Caracas nel 1953. «Sono di Cuggiano, provincia di Salerno, il paese di Vincenzo Lupo e Giuseppe Abbamonte, eroi della Repubblica Partenopea», mette subito le mani avanti.
Aveva pianto Pietro Altilio al molo di Napoli, mentre suonava l’orchestra. «L’idea era di migrare per 4 o 5 anni, il tempo di mettere su un gruzzoletto e tornare, per aprire una falegnameria», racconta. Di anni ne sono passati sessanta. Continua a leggere

Annunci
Standard