società

Chef salutista. L’arte in cucina

VENEZIA – «In realtà volevo fare il missionario». Comincia così Nicola Michieletto, lo chef salutista che vive tra Mirano e Marne, ma in realtà gira le cucine del mondo a dar consigli. «Forse ero influenzato da due zii francescani ed altri due che invece erano artisti. O forse era solo  il mio desiderio di fare l’esploratore». Alla fine, dopo un paio d’anni di seminario e un paio  di magistrali, arriva un’altra domanda: «infermiere o cuoco?». Ride ora Nicola. Ma già alla scuola alberghiera di Castelfranco lo spediscono in tirocinio a Cortina, responsabile di un hotel a cinque stelle. Così è cresciuta la sua fama. Ricetta dopo ricetta. «E soprattutto studiando un sacco», aggiunge Nicola. Continua a leggere

Annunci
Standard
culture, società

Hotel da set

VENEZIA – Vi ricordate Robert De Niro ed Elizabeth McGovern che cenano sotto i lampadari di cristallo dell’Excelsior? E’ la scena girata a Venezia per il celebre C’era una volta in America. Sergio Leone si era innamorato di questo hotel dall’architettura moresca e i preziosi tessuti. Li aveva immaginate sedute qui, le due star, nei panni di Noodles e Deborah. Continua a leggere

Standard
culture, società

Le vie dei monasteri

Dalla stazione di San Stino di Livenza, tra due file di platani ci si addentra sempre più nella campagna. Si incontrano qualche casa isolata, balle dorate di fieno e la bellezza di stare dentro a lunghe distese di mais, che si alternano a campi di bietole e soia. L’orizzonte si allarga. «C’era una piccola cappella diroccata e una canonica a pezzi». Don Giorgio ricorda il suo arrivo, nel 1984. Per un anno, è stato il prete matto, che viveva solo, coltivava la terra e restaurava l’edificio. Diventato sacerdote tredici anni prima, aveva attraversato la bufera sociale degli anni ’70, si era rifugiato nella comunità di Bose, poi a Oriago in un casolare, predicando «a ladri e prostitute, che come si sa si precederanno nel Regno dei Cieli», dice lui. Gerusalemme, l’incontro con Dossetti e con Marco Cè, il Patriarca che lo mandò a tirar sù nel silenzio il rudere rimasto consacrato, qui a Marango di Caorle. Continua a leggere

Standard
società

Ha casa a Rialto il sito dei viaggiatori low cost

VENEZIA – «Il primo sito ce l’hanno fatto due turisti inglesi in cambio di una birra». Andrea Mehanna guarda sua moglie e socia, Silvia Baggio e se la ride. «Erano due paginette web. Hotelveniceonline. Mandavamo un’e-mail con tre offerte di alberghi buoni ed economici. La cosa è piaciuta. E qualcuno ci ha chiesto: e a Roma? Così abbiamo creato Hotelromeonline. Oggi ne abbiamo 40 di questi siti specifici. E con il portale, in questo momento siamo in grado di segnalare 29 mila strutture in 3800 città di 172 paesi diversi».
Il portale è Hostelsclub, un sistema di prenotazioni on-line rivolto ai viaggiatori che cercano piccoli alberghi e B&B in giro per il mondo. Cervello e cuore stanno nel centro storico veneziano, a due passi da Rialto. Continua a leggere

Standard